Home

Il primo nucleo degli Amici dello Sferisterio, nato del 2014 in occasione del 50° della Stagione Lirica, ha trovato il suo naturale sviluppo nella nascita dell'Associazione nel novembre 2016.

Da sempre intorno allo Sferisterio si sono raccolti tanti cittadini e appassionati che in maniere diverse ne hanno accompagnato e sostenuto le attività.

Con la costituzione dell'associazione si è inteso riprendere questa tradizione e lo scopo perseguito, attraverso un’azione volontaria dei propri aderenti, è quello di suscitare e sviluppare, a tutti i livelli, l’interesse per la musica e per il teatro musicale attraverso attività propedeutiche alla conoscenza e all'approfondimento sia delle opere in programma allo Sferisterio di Macerata sia del mondo dell'opera lirica in generale, della sua storia e complessità e comprendendo anche gli aspetti meno noti quali le arti e i mestieri necessari alla nascita e all'allestimento dell'opera. 

Dette attività si realizzeranno, in particolare, tramite conferenze, incontri, ascolti guidati, e specifici eventi di spettacolo. 

Ultime News

I Mestieri all'opera. Le scuole incontrano l'opera e lo Sferisterio

I Mestieri all'opera. Le scuole incontrano l'opera e lo Sferisterio

08/06/2019

Con l’ultimo gruppo di scolari che ha visitato lo Sferisterio si è concluso questa mattina il progetto scuola “I mestieri all’Opera” curato dall’Associazione Amici dello Sferisterio, legato alla stagione lirica del Macerata Opera Festival. Cinque mesi di attività tra i banchi delle scuole primarie di Macerata, Corridonia, Pollenza, Appignano che hanno aderito al progetto e che ha visto il coinvolgimento di 26 classi per circa 465 bambini.

Gli alunni, durante l’anno scolastico, hanno avuto l’occasione di poter conoscere i protagonisti e le storie delle tre opere in cartellone questa estate - Carmen, Macbeth e Rigoletto - e nelle ultime due settimane, fino ad oggi, hanno visitato il tempio della lirica: lo Sferisterio.

Il progetto “I mestieri all’Opera” è inserito nel programma Educational curato dall’Associazione Sferisterio. “Un’attività fondamentale – afferma la presidente dell’associazione Amici dello Sferisterio Lucia Rosa – nella quale abbiamo sempre fortemente creduto. Abbiamo iniziato nell’a.s. 2017/2018 ed è un percorso che permette non solo di valorizzare il patrimonio operistico italiano ma, al tempo stesso, far conoscere da vicino il monumento simbolo della nostra città e tutto ciò che ruota intorno al suo essere “luogo” vivo di una storia e di una tradizione che caratterizza la città di Macerata e la rende famosa nel mondo.” Quest’anno oltre il 10% dei bambini che hanno seguito le lezioni a scuola saranno anche spettatori: insieme a mamma e papà - che hanno accettato si acquistare i biglietti per una delle opere in cartellone - saranno presenti allo Sferisterio nuclei di classi partecipanti formati proprio da genitori/insegnanti/bambini.

Terminato il percorso, che si è affiancato ai tradizionali incontri propedeutici di avvicinamento e approfondimento alle tre opere in cartellone per il pubblico adulto, ora gli Amici dello Sferisterio sono in prima fila per l'attività "estiva". Saranno loro infatti a guidare gli spettatori che vorranno scoprire il backstage dello Sferisterio nelle visite pre-spettacolo e si stanno occupando del coordinamento per l’accoglienza dei 100Cellos che, sotto la guida di Giovanni Sollima & Enrico Melozzi invaderanno la città dal 29 luglio e che, anche con esibizioni estemporanee, si prepareranno al concerto del 31 luglio alle 21 allo Sferisterio. Al valore della musica si unirà quello della comunità: infatti, i maceratesi sono invitati a ospitare in casa uno o più violoncellisti.

Già stanno aderendo numerose persone: oltre 30 le richieste pervenute nei primi giorni. Chiunque fosse interessato a partecipare e ad adottare un violoncellista per le notti del 29/30/31 luglio può compilare il form che si trova nella pagina web http://www.amicidellosferisterio.it/ospita.

Carmen, da Mérimée a Bizet

Carmen, da Mérimée a Bizet

08/04/2019

Il 5 aprile 2019 presso la Biblioteca della Società Filarmonico Drammatica un incontro tutto #rossodesiderio dedicato a #Carmen, titolo inaugurale del #MacerataOperaFestival 2019.

Abbiamo avuto il piacere di ospitare nuovamente il Prof. Ernesto Napolitano che muovendo dalle origini della storia di Carmen ha guidato i presenti tra sottolineature testuali, musicali e scampoli di ascolto

Napolitano è critico musicale, docente di Storia della musica presso il Dams dell'Università di Torino.
Ha pubblicato libri su Mozart, Debussy e saggi sulla musica moderna e contemporanea.